Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

Con il D.lgs. 231/2001, è stata introdotta dal legislatore una nuova forma di responsabilità da reato delle persone giuridiche, che consente di chiamare a rispondere penalmente una società accanto ai suoi amministratori, dirigenti o dipendenti, imputati di reati che si ritengono commessi nell’interesse o a vantaggio della società stessa.

La società può evitare l’applicazione di sanzioni se, prima della commissione del reato, ha predisposto un adeguato Modello di organizzazione e di gestione, cioè un insieme di procedure finalizzate alla prevenzione della commissione di reati, e quando il funzionamento e l’osservanza del modello organizzativo è affidato dalla società a un organismo di vigilanza. 

Dal 2001 a oggi la “231” è divenuta una realtà con la quale le imprese devono fare i conti per molteplici ragioni: il catalogo dei reati per i quali l’ente può essere chiamato a rispondere è stato progressivamente ampliato, fino ad abbracciare gran parte dei tipici illeciti d’impresa; la giurisprudenza ha mostrato una sempre maggior disinvoltura nell’impiego di questo strumento, con la conseguenza che i processi a carico direttamente degli enti appartengono oggi alla quotidianità dell’attività giudiziaria.

In questo scenario, affianchiamo le aziende nella predisposizione di Modelli di organizzazione e di gestione e le assistiamo nell’ambito di procedimenti penali che le vedano indagate o imputate ai sensi del D.lgs. 231/2001.

Altri Servizi

Vedi tutti